Salta al contenuto

Nota

Stiamo rivedendo alcune informazioni di questo articolo. Verrà aggiornato nei prossimi giorni.

Ciao a tutti, oggi vogliamo parlarvi di un nostro nuovo acquisto, il DJI Osmo Mobile 3, cos’è, come funziona e il nostro parere.

Cos’è l’Osmo Mobile 3

L’Osmo Mobile 3 è uno stabilizzatore video per smartphone della DJI, la famosissima azienda produttrice di droni, di cui già possiedo un drone, che ho utilizzato per il video e le foto dell’articolo sull’hotel abbandonato sul Vesuvio.

Come potete notare dal video di anteprima su that Rocket X, questo drone ha una stabilità impressionante e l’Osmo Mobile 3 utilizza la stessa tecnologia di stabilizzazione utilizzata proprio da questi droni, ovvero stabilizzatori meccanici che aiutano a mantenere ferma la ripresa anche in condizioni difficili.

La nostra versione dello stabilizzatore è quella “normale”, ovvero quella senza accessori, ma se volete esiste anche la versione combo che comprende anche una custodia per trasportare il gimbal e un treppiedi. Se volete potete acquistarla su Amazon cliccando qui💰 (di fianco trovate anche quella base, potete effettuare il cambio dal menu).

Custodia dell'Osmo Mobile 3 chiusa, vista frontale
Custodia dell'Osmo Mobile 3 chiusa, vista frontale
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎

La confezione

La scatola dell’Osmo Mobile 3 si presenta molto basica, con una semplice immagine dell’Osmo su fondo bianco e il logo della DJI, classica, come lo era per il drone.

Noi abbiamo comprato la versione base e, quindi, al suo interno abbiamo trovato l’Osmo (naturalmente), un sacchetto, un laccio di sicurezza (per fissarlo al braccio) e un cavo USB per ricaricarlo.

L’Osmo utilizza un attacco USB di tipo C quindi se si dovesse rompere potete utilizzare anche quello di un cellulare di ultima generazione (non iPhone però e attenzione, alcuni vecchi cellulari usano la mini USB, controllate questa cosa), visto che l’Osmo Mobile è, appunto, mobile, quindi per cellulari, questa cosa vi tornerà utile perché potrete ricaricare il vostro cellulare e l’Osmo con lo stesso caricabatterie.

Foto di that Rocket X
Foto di that Rocket X
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎

App DJI e attivazione

Per attivare l’Osmo bisogna scaricare l’app DJI Mimo dal Play Store o dall’App Store, che servirà anche a controllare l’Osmo in tutte le funzionalità.

L’app è molto intuitiva e abbastanza semplice, in ogni caso bisognerà seguire le procedure indicate e accendere il gimbal e accoppiarlo al vostro cellulare tramite Bluetooth (5.0).

Una volta finito non cancellate l’app, perché vi servirà tutte le volte che vorrete utilizzare l’Osmo, come ad esempio per stabilizzarlo in orizzontale o in verticale e utilizzare le tantissime modalità presenti e che cercheremo di utilizzare anche noi nei prossimi mesi. Apparte questo, per manovrare il gimbal basta utilizzare il joystick centrale a portata di pollice dall’impugnatura.

L'osmo con un cellulare sopra in orizzontale
L'osmo con un cellulare sopra in orizzontale
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎
Retro dell'Osmo
Retro dell'Osmo
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎

Tra le tante modalità troviamo:

Story Mode per fare video per Instagram e altri social

Una delle funzionalità più interessanti (per noi): permette di creare dei video da caricare direttamente su Instagram (ma nulla ci vieta di utlizzarla per altri). In questo modo si possono creare video stabili da inserire sulle storie (ciò che vorremmo fare).

Gesture Mode

Questa modalità permette di fare video utilizzando gesti, quindi avviando la registrazione in modo automatico. Apparte alcune occasioni, si è rivelata molto intelligente e funzionante.

Panorama

Con questa modalità è possibile scattare ampie foto panoramiche, molto più precise di quelle effettuate con il cellulare.

Motion Time Lapse

Questa è molto simpatica e permette di creare timelapse che si muovono, cambiando l’angolazione delle foto durante gli scatti. Il risultato finale è davvero eccezionale.

ActiveTrack per tracciare il volto

Questa funzione mantiene sempre al centro il volto di una persona selezionato, per noi non è molto utile, ma potrebbe esserlo per video di viaggi o per riprese.

Quick Roll

Questa è una funzione più “rapida” che funzionale, in pratica cliccando un bottone presenti sul gimbal si può ruotare lo smartphone da orizzontale a verticale e viceversa, naturalmente vi sconsigliamo di utilizzarlo durante le registrazioni, ma è utile per cambiare visualizzazione rapidamente, magari se si registra per YouTube e nel frattempo si vogliono pubblicare storie su Instagram.

Il nostro parere

Ormai sono passati sei mesi da quando abbiamo utilizzato per la prima volta l’Osmo, sulle spiagge di Napoli.

Lo stabilizzatore è ottimo, ma non lo abbiamo provato in condizioni critiche, ma per quanto riguarda il semplice camminare va benissimo, soprattutto in città e in montagna (sul Vesuvio per noi).

Le modalità sono davvero ben fatte e funzionano bene. L’app è abbastanza chiara, anche se potrebbe essere sempre migliorata graficamente.

L’unico problema è che se si ha un cellulare con una batteria scarsa e che si scarica velocemente, allora utilizzare il Bluetooth peggiorerà soltanto la situazione.

Un altro problema è come tenerlo all’impiedi. L’Osmo Mobile 3 non si mantiene in piedi da solo, perché ha una base smussata, quindi se non avete un treppiedi e volete usarlo in una posizione stabile, allora probabilmente vi conviene acquistare la versione combo, oppure prenderne uno. Il treppiede presente nella versione combo ha un classico attacco con vite per fotocamere (tipo F), quindi se già ne avete uno potete acquistare la versione normale e risparmiare un po’di soldi. In ogni caso, questo è un oggetto che di solito va utilizzato in movimento quindi se lo utilizzate per i nostri stessi scopi (in viaggio), allora non vi servirà.

La base del DJI Osmo Mobile 3 è smussata ai lati
La base del DJI Osmo Mobile 3 è smussata ai lati
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎
L'Osmo Mobile 3 con il treppiedi
L'Osmo Mobile 3 con il treppiedi
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎

I video stabilizzati vengono davvero molto bene. Naturalmente bisogna avere a disposizione un cellulare con una buona fotocamera, perché altrimenti si rischia di avere un semplice video con la risoluzione di una videocamera degli anni 20, ma con una stabilità ottima… Questo è, naturalmente, da tener presente.

Se non si ha nessuno di questi problemi, il gimbal della DJI è probabilmente uno dei migliori attrezzi in questo campo anche per il prezzo, che, considerando anche il supporto via app del gimbal e la qualità del marchio, non è poi così eccessivo.

Nei prossimi mesi cercheremo di utilizzarlo quanto più ci è possibile e di aggiornare questo articolo con altre foto e video.

Grazie per la lettura!

Caratteristiche tecniche

Dimensioni:

Aperto: 285×125×103 mm Chiuso: 157×130×46 mm Peso 405 g

Dimensioni smartphone compatibili:

Peso: 170 – 230 g; Spessore: ≤ 9,5 mm; Larghezza: 62 – 88 mm

Batteria agli ioni di litio:

Capacità 2450 mAh Durata circa 15 ore con dispositivo ben bilanciato Tempo di ricarica circa 2,5 ore Connessione Bluetooth 5.0 Low energy

DJI Osmo visto lateralmente
DJI Osmo visto lateralmente
Foto: that Rocket X 🅭 🅯 🄎

Hai domande, vuoi consigli o vuoi semplicemente dire la tua?

VAI AI COMMENTI

Commenti


Vuoi scrivere un commento SENZA registrarti? Clicca "Preferisco commentare come ospite", inserisci una vecchia mail o una inesistente e inizia la discussione!